ACCRESCE, la comunità educante si fa rete!

Il progetto Accresce – Azioni Condivise per la Creazione di una Rete di Sostegno per la Comunità Educante è ideato e promosso dall’Associazione EFYS Onlus con i contributi dell’8×1000 Valdese e Unicredit Foundation, e si propone di mettere in Rete tutti gli attori della comunità educante e rafforzarne le competenze con strategie innovative di formazione, coinvolgimento, aggregazione e messa a sistema delle buone prassi.

Il progetto si fonda sulla convinzione che una efficace azione educativa sia possibile solo grazie alla sinergia della “comunità educante”: educatori, insegnanti, genitori, operatori sociali e culturali che, in collaborazione e cooperazione, partecipano al processo di co-educazione e generano alleanze educative come portatori della responsabilità condivisa di “crescere cittadini“.

Il piano si sviluppa in una serie di azioni operative:

  • SEMINARI finalizzati a rafforzare la rete della comunità educante offrendo nuovi strumenti operativi a educatori, docenti, genitori, personale dei servizi territoriali e cittadini che a vario titolo hanno un ruolo educativi;
  • WORKSHOP interattivi di approfondimento delle tematiche dei seminari, seguiti dalla possibilità di fissare degli incontri personalizzati con l’equipe di counselling psico-pedagogico;
  • LABORATORI per minori, adulti e intergenerazionali, finalizzati a promuovere l’aggregazione sociale, l’intercultura, la partecipazione e la trasmissione dei saperi.

Leggi tutti gli aggiornamenti sul progetto sulle nostre news!

Il progetto ACCRESCE è realizzato in rete con la preziosissima collaborazione di diverse associazioni e cooperative del territorio: F4CR network (Fight for Children’s Rights), la Cooperativa sociale Il Giardino di ClaraUnica RADIOInmediazionecooperativa sociale PassaparolaAssociazione Culturale PuntozeroSardinia Open data, partner del progetto anche L’Ufficio di Servizio Sociale per i Minorenni del Dipartimento Giustizia Minorile.

*Efys è un ente convenzionato con l’Ordine degli Assistenti Sociali della Regione Sardegna, sarà possibile presentare richiesta di accreditamento ex post per eventi formativi non accreditati ex ante*

PROGRAMMA SEMINARI&WORKSHOP

 

I seminari sono finalizzati a rafforzare la rete della comunità educante offrendo nuovi strumenti operativi a educatori, docenti, genitori, personale dei servizi territoriali e cittadini che a vario titolo hanno un ruolo educativi

GIOVANI E DIPENDENZE / 2020

  • sabato 25 gennaio progetto informativo/formativo e di confronto tra due realtà educative: Italia/Brasile con le testimonianze e le esperienze provenienti dalla Comunità “Piccolo Ponte” (Brasile) e la partecipazione di Rita Maria Alves, presidente dell’associazione Pequena Fraternidade impegnata nel recupero dei bambini in vulnerabilità sociale a Salvador-Bahia, coadiuvata dall’educatore Andrea Abis.L’incontro ha affrontato il concetto di dipendenza attraverso una riflessione focalizzata sui luoghi di rischio e sui fattori ambientali e genetici che possono favorire episodi di dipendenza, anche con l’intento di favorire una prevenzione sugli interventi e una presa di coscienza “comune” sulla problematica in questione.Link www.efys.it/seminari-accresce-realta-educative-italia-brasile

CYBERBULLISMO / 2020

  • venerdì 28 febbraio alle 18.00, con “Bullismo, cyberbullismo e insidie della rete. Conoscere, prevenire e gestire” a cura di Fabio Cruccu (giurista esperto in diritto minorile), Valeria Ligas (pedagogista), Maria Antonietta Maccotta (psicopedagogista e arteterapeuta).

Il seminario fornirà conoscenze utili a riconoscere e a distinguere i fenomeni di bullismo, cyberbullismo e altre condotte a rischio (on line e in presenza), con richiami su un uso corretto dei social network per contrastare il discorso d’odio on line (c.d. hate speech). Verranno presentati strumenti pratici e utili per individuare strategie di intervento e di contrasto a tali fenomeni.

 

  • giovedì 30 aprile e giovedì 7 maggio “Bullismo, cyberbullismo e insidie della rete” organizzato dall’associazione Efys in collaborazione con il F4CR network e a cura di Fabio Cruccu (giurista esperto in diritto minorile), Valeria Ligas (pedagogista), Maria Antonietta Maccotta (psicopedagogista e arteterapeuta).  

Due incontri pensati come naturale prosecuzione del seminario formativo tenutosi presso la Bottega dei sogni a Cagliari il 28 febbraio e rivolto ad una platea più ristretta, interessata ad approfondire alcuni punti focalizzati in precedenza e condotto in remoto attraverso laboratori e discussioni tra i partecipanti utilizzando la piattaforma gotomeeting. Realizzare a distanza, a causa delle restrizioni causate dal covid-19, un workshop pensato in presenza fisica è stata una sfida impegnativa ma anche un’occasione per sperimentare modalità di formazione online alternative.

Attraverso laboratori, simulazioni, visioni di brevi filmati scelti ad hoc e il reciproco scambio audio-video, i partecipanti hanno analizzato il contesto in cui agiscono i ragazzi, operato una distinzione tra azioni di bullismo/cyberbullismo e altre condotte, hanno riflettuto sulla figure (attori) presenti in una situazione di bullismo scolastico e indicato quali tematiche vorrebbero approfondire nel secondo incontro: l’importanza dell’empatia, bullismo e disabilità, il ruolo della famiglia e il ruolo della scuola. Il secondo workshop, attraverso laboratori e il reciproco scambio audio-video, ha approfondito il delicato rapporto del bullismo nelle situazioni scolastiche, il ruolo degli insegnanti, la posizione della famiglia (cosa fare se si è genitore di un figlio bullo e/o genitore di un figlio vittima) e sottolineato l’importanza di trovare una chiave di lettura dei fenomeni nel ricorso al potenziamento della gestione delle emozioni e dell’empatia. Il workshop si è concluso con indicazione di approfondimenti per i partecipanti sulle tematiche trattate: bullismo e disabilità, mappe concettuali sull’analfabetismo emotivo e la gestione delle emozioni, indicazioni di bibliografia, sitografia e filmografia.

Link www.efys.it/seminari-accresce-cyberbullismo

I-GENERATION / 2021

  • martedì 23 febbraio dalle 20.30 Seminario “Viaggio nella mente di bambini e adolescenti” a cura di Laura Petrini EVENTO&ISCRIZIONE

Comprendere i comportamenti di bambini e ragazzi partendo dal funzionamento del loro cervello e da quali sono i bisogni che cambiano età per età è un passaggio fondamentale per poter fare le giuste mosse educative. Partendo dai bambini e dalla loro necessità di concretezza e azione fino ad arrivare ai forti cambiamenti degli adolescenti faremo un viaggio nel mondo delle tappe evolutive per comprendere al meglio le nuove generazioni.

Laura Petrini è formatrice e consulente pedagogica dello staff del Centro Psicopedagogico per l’Educazione e la gestione dei conflitti, è responsabile e docente della scuola di counseling maieutico. Lavora alla progettazione e realizzazione di interventi formativi presso scuole di ogni ordine e grado su temi e problematiche dello sviluppo e dell’educazione con particolare riferimento ai processi di apprendimento in infanzia e adolescenza.

  • martedì 9 marzo dalle 20.30 Seminario “I crediti degli adolescenti, i debiti degli adulti” a cura di Matteo Lancini EVENTO&ISCRIZIONE

Disboscamento del pianeta, plastificazione dei mari, crisi economica, ora lockdown, distanziamento sociale e scuola a distanza. L’incertezza per il futuro è da sempre il problema centrale dell’adolescenza, ma i ragazzi e le ragazze di oggi si trovano ad affrontare difficoltà evolutive e prospettive particolarmente drammatiche. Nonostante tutto questo, gli adolescenti non trasgrediscono, né contestano l’operato adulto. Come mai? Quali sono le caratteristiche affettive e relazionali degli adolescenti odierni? Di quali genitori e docenti hanno davvero bisogno? Cosa serve ai nostri ragazzi?

Matteo Lancini è psicologo e psicoterapeuta di formazione psicoanalitica. Presidente della Fondazione “Minotauro” di Milano e docente presso il Dipartimento di Psicologia dell’Università Milano-Bicocca e presso la Scuola di formazione in Psicoterapia dell’adolescente e del giovane adulto del Minotauro.

  • martedì 16 marzo dalle 20.30 Laboratorio “Con gli occhi degli altri” a cura di Maria Antonietta Maccotta, psicopedagogista e counselor EVENTO&ISCRIZIONE

L’adolescenza è un mondo di emozioni: ma quali e con quale livello di consapevolezza vengono vissute? “Con gli occhi dell’altro” propone di sperimentare la relazione con l’adolescente indossando il suo punto di vista. A guidarci sarà l’empatia, punto di partenza verso la consapevolezza delle possibilità e potenzialità della relazione

*Il laboratorio Con gli occhi degli altri è riservato ai partecipanti ai due precedenti seminari*
Link www.efys.it/seminari-accresce-i-generation-su-infanzia-adolescenza

 

  • martedì 30 marzo dalle 20.30 Seminario “Adolescenza e dipendenze: cosa è importante sapere” a cura di Giulia Checcucci EVENTO&ISCRIZIONE

I conflitti che caratterizzano l’adolescenza possono indurre alla ricerca di vie di fuga, quali l’uso di sostanze generata dalla ricerca della gratificazione o l’esasperazione di comportamenti normali (mangiare, giocare, usare il cellulare..) che può diventare compulsione e dipendenza. Illustrando i diversi tipi di dipendenza è possibile identificare le persone con maggiore vulnerabilità e quindi più a rischio, individuare le possibili motivazioni e soprattutto capire cosa fare e come porsi in qualità di adulti e interlocutori attendibili.

Giulia Checcucci è Psicologa e psicoterapeuta specializzata in psicoterapia della Gestalt. Lavora da anni nel campo delle dipendenze, è esperta in tematiche relative all’adolescenza e al disagio giovanile, in special modo la tossicodipendenza e le nuove dipendenze. Svolge anche attività di formazione e supervisione e fa parte della Rete delle Nuove Dipendenze di Vertici.it

  • martedì 13 aprile dalle 20.30 Seminario Sostanze e dipendenze. Come reagisce il nostro cervello?” a cura di Liana Fattore EVENTO&ISCRIZIONE

La ricerca del “piacere” è innata nell’uomo come negli animali. Tutti noi ricerchiamo quotidianamente occasioni di intrattenimento in attività ludiche e ricreazionali e proviamo una forte attrazione verso stimoli “gratificanti”, siano essi naturali (come il buon cibo, il gioco, la compagnia degli amici) o chimici (come le sostanze d’abuso). Fumare una sigaretta dopo i pasti o bere un bicchiere di birra o vino in compagnia di amici è senz’altro “piacevole”, ma quando questi comportamenti smettono di essere occasionali e diventano “patologici”? Perché nell’ultimo decennio centinaia di nuove sostanze psicoattive hanno trovato tanta popolarità, soprattutto tra i più giovani? Cercheremo di capire le basi neurobiologiche dell’abuso e dipendenza da sostanze, di conoscerne meglio i rischi e di sfatare falsi miti.

Liana Fattore è Dottore di Ricerca in Neuroscienze, si occupa da più di 25 anni di dipendenze patologiche e lavora presso il laboratorio di farmacologia comportamentale del Dipartimento di Scienze Biomediche dell’Università di Cagliari dove conduce ricerca preclinica sulle basi neurobiologiche dell’azione delle droghe sul cervello. Autrice di oltre 100 articoli scientifici pubblicati su riviste internazionali, è stata Consigliere della Società Italiana di Neuroscienze (SINS) e Presidente della Mediterranean Neuroscience Society (MNS), è Coordinatrice Regionale per la Sardegna delle Olimpiadi delle Neuroscienze ed è autrice del libro “Io e la Tossicodipendenza”.
Link www.efys.it/seminari-accresce-i-generation-su-adolescenza-e-dipendenza

 

  • martedì 18 maggio dalle 20.30 Seminario “Genitori digitali. Consigli pratici tra social e applicazioni” a cura di Fabio Cruccu, giurista specializzato in diritto minorile con focus su educazione digitale EVENTO&ISCRIZIONE

Un incontro pratico per conoscere e approfondire i social network e le applicazioni più utilizzate da bambini e adolescenti. Come possiamo proteggere i nostri figli dalle insidie della rete? Come possiamo essere tutti più consapevoli nel cogliere i segnali di disagio? Numerose ricerche mettono in evidenza come, al di là delle competenze tecniche, sia importante la qualità del coinvolgimento affettivo e della discussione condivisa con i figli sul mondo digitale per favorire un utilizzo responsabile della rete da parte di tutti.

Parleremo di internet e di strumenti di controllo parentale, con un occhio di riguardo ai videogiochi e ai video su Youtube. L’incontro intende fornire risposte pratiche ed offrire consigli e suggerimenti utili per affrontare con consapevolezza le nuove sfide dell’educazione digitale.

 

PROGRAMMA LABORATORI

I laboratori per minori, adulti e intergenerazionali, finalizzati a promuovere l’aggregazione sociale, l’intercultura, la partecipazione e la trasmissione dei saperi.